Incontrollabili Passioni


(lettera erotica- d'amore)





Non sarò mai sazio di te o mia
angelica creatura, tu che prendi e dai
instancabile energia.

Pelle di pesca, labbra vogliose di saliva
e di lingua su di me. Un po' casta, un po'
puttana; quindi per me santa.
Sei la dolce follia quando il tuo viso
si specchia nel mio.

Premi bramosa i tuoi capezzoli nudi
tra la mia barba incolta, e come piace
a te, accendi incontrollabili passioni.

Sollevi la gonna sul viso, la trattieni
ferma tra i denti affinché io possa
possederti con tutto me stesso, fino
in fondo al tuo profondo bagnato
d'amore.

Inevitabili zampilli piovono su te,
come sorgente schiumosa che bagna
il muschio scivoloso sopra sassi al sole.

O mia angelica creatura, tu che non mi
basti mai, tu che prendi e dai quando
ti pare quel tanto che basta per farmi
impazzire.




2011

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Coraggiosa cruda interpretazione nella quale mi ricorda dinamiche cinematografiche come Lolita e Il postino suona sempre due volte. Ciao Antonio
Manu

Gheni ha detto...

Ciao!
Hot questa poesia di pura sensualità. Ora c'è come, ho pensato diversamente.

PiliMªPILAR ha detto...

Sigo questo blog.
Mi piace l'italiano
leo y entiendo en buena parte. Me resulta gratísima esta lengua
Con permiso, saludos abrazos
PiliMPilar

Anonimo ha detto...

Davvero toccante.