Tra Cera E Miele



Chiudo il libro e mi avvicino a te,
tra le persiane filtra la sottile luce
del mattino.
La notte si è consumata come cera
al sole, e quel sole sei tu che mi scioglie
lentamente e si spande come miele
sulle fervide forme del tuo corpo da
leccare, e diventiamo una cosa sola
tra queste lenzuola nere, due corpi
inestricabili tra cera e miele inghiottiti
dentro la nostra irrefrenabile follia.



2010

8 commenti:

Citronella ha detto...

Ma le lenzuola nere,sono orribili,cambiale subito eh! :))

Ciao Antonio.

giardigno65 ha detto...

mai frenare !

Arteee♥ ha detto...

La donna come il sole che scioglie e riscalda...Bel paragone! :-)

titoorangedog ha detto...

i like it! Good job man!

Pagnottina ha detto...

Se da me si ingrassa, vedo che qui si smaltisce con attività sia culturale, che motoria, sotto le lenzuola.... (segui il consiglio di Citronella però, cambiale, che nere proprio no! ;D)
Ciao Antonio, belle le sensazioni che esprimi con la tua poesia!
Grazie per esser passato a gustare un pò di ricettine da me ;D A presto! ;D

Luca and Sabrina ha detto...

A me invece le lenzuola nere piacciono molto, ma a colpirmi non sono tanto loro quanto il tuo modo di scrivere, che sono i sensi a parlare!
Un abbraccio
Sabrina&Luca

Citronella ha detto...

Oh Antonio,ma che sei ancora a dare la cera e a mangiar miele? :)))))

PS.spero che nel frattempo le lenzuola e tu l'abbia lavate eh!!

Anonimo ha detto...

Blogger: "Ci Riprovo" - Posta un commento
longchamp