Prima Di Ora




 Luci confuse abbagliano
frammenti di cose e forme che
non ricordo.
Immagini turbolenti colorate di
forti tinte bluastre e violacee che
 prima di ora non conoscevo.
Immagini che poco a poco assumono
sembianze umane e mi portano
vicino al mio pensare.
Immagine di un viso senza identità: che
trasuda freddo e scivola lento su di me,
e senza una precisa ragione ne rimango
attratto fino a desiderarlo per qualcosa
che di certo ho profondamente amato
prima di ora.

La memoria stenta incerta su di un
auto che sfreccia in una calda notte
d'estate: con lei seduta accanto, i capelli 
 al vento, le sue risate che sanno
di libertà e di vacanze al mare, quando
d'improvviso cessano di colpo.

Piomba il silenzio tra fumo e benzina, la
mia mano bagnata di sangue si posa
sulla sua fronte fredda.

Immagini che prima di ora non ricordavo più,
 mentre una mano che non conosco asciuga
dal mio viso lacrime per lei.





2011




Posta un commento