Donna




Sono tante le meraviglie della vita
che assomigliano a te, rubate alla
 fonte della tua bellezza cristallina.

Sei pioggia e vento, che bagna e
asciuga la terra arida dei deserti
dove il fiore sboccia dal niente.

 Sei l'arcobaleno, che cattura gli
occhi dei marinai riflessi nei tuoi,
  nel mare profondo della loro nostalgia.

Sei il sole miracoloso della primavera,
che partorisce germogli nel grembo
della terra materna.

Tu sei donna, effigie di Iside: linfa
feconda della vita, che desti ineluttabile 
passione nell'uomo che si strugge per te.



2010
Posta un commento