Vals Les Bains




Se in questo iniziare una nuova
giornata, che vorrei fosse l'ultima, poiché
Vals Les Bains è volata via come una
rondine malata o come un falco ferito; se
in questo mio respirare piano che mi resta,
potessi raccontare di me, a te vorrei
dire che io non sono mai stato tanto
felice come quando vivevo a Vals Les Bains.
Poche notti: le non dimenticate.
Adesso potrei essere poeta: mentre oggi mi
 ferisco le mani per rubare pezzi di vetro d'infrante
poesie sotto un cielo clandestino, tanto da sentirmi 
un greto inaridito con salici piangenti a farmi guardia.
Tuttavia, le mie radici sono pane ancora fresco che
serbo per te: per ogni volta che mi verrai a cercare.


  

Nelle Sere Di Maggio




Nelle sere di maggio prima che il
sole tramonti, ascolto il canto
degli uccelli intanto che bevo the
caldo con limone. Nelle sere di maggio
fumo Camel seduto sotto il portico di
casa, e guardo il cielo che lentamente
si colora d'arancio e rosa, dove
l'ultime rondini portano il cibo della
sera ai loro piccoli. Nelle sere di maggio
la leggera brezza ruba il profumo delle
rose e gelsomini che ornano le siepi
 lungo il viale del mio giardino; e penso
alle domeniche d'estate quando le foglie
degli alberi scintillano al primo sole del
mattino, con le campane lontane che
annunciano la buona domenica. Nelle sere
di maggio tornano i ricordi più belli:
sussurrano piano nella mente e nelle mani
tra la quiete di questa natura, simile a calde
carezze materne mentre poco a poco l'aria
si fa fresca e coglie di sorpresa un brivido fugace.
Nelle sere di maggio osservo con un filo di malinconia
 il mio cane accanto a me, e mi ritrovo a contare
gli anni della vita che vola e passa come un treno
verso quell'ultima stazione della vita. Nelle sere
 di maggio il cuore si gonfia di sentimenti e va dove
  l'amore si chiama eternità. Nelle sere di maggio
si ride e si piange di nostalgia.






2011