GIorno Infernale

   
Affranta nelle disastrose polveri
dell'inferno, non piangi non vedi,
incombe su te il vuoto del niente,
a te piccolo fiore, l'apocalisse in un
solo istante ha trafitto l'anima, tu
martorizzata creatura che vivi di
stenti da quando sei nata, ora sei
sola, tremi e non ricordi niente, non
ti lamenti perchè sei morta dentro,
la tua terra squarciata, massacrata,
ha cessato di tremare, lei, ha sepolto
tua madre in questo giorno infernale,
forse sfuggito dalle mani di Dio.


terremoto di Haiti 2010

Nessun commento: